La Mizuno Beach Volley Marathon sfida sé stessa. Organizzata a Bibione (Venezia) dal 15 al 17 maggio prossimo ambisce a superare, nel suo 25° anno, il primato di partecipazione che ne fa già da tempo il più grande torneo open di beach volley al mondo con gli oltre 25.000 partecipanti toccati nella scorsa edizione.

Dal 1996 la Mizuno Beach Volley Marathon ha infranto anno dopo anno il proprio record diventando un evento unico nel suo genere e l’eccezionale festa del beach volley che è oggi, autentico spettacolo sportivo e originale fenomeno di costume. Iscrizione aperta a giocatori di tutti i livelli per squadre delle categorie 2×2 Femminile2×2 Maschile e la novità di quest’anno, il 2×2 Misto. E ancora: 3×3 Femminile3×3 Maschile e 4×4 Misto.

La Marathon è più forte di tutto

Dalle 100 squadre iscritte la prima volta, a metà degli anni novanta, agli oltre 2.800 team dello scorso anno, la Mizuno Marathon punta a battere il record. Il sostenuto numero delle iscrizioni nelle prime settimane dall’apertura, ad un ritmo che supera il +22% rispetto al 2019, è l’evidente segno della capacità di attrazione, dell’autorevolezza dell’evento e della percezione che gli atleti di tutte le età e di ogni abilità hanno nei suoi confronti: esserci.

«L’entusiasmo ci lusinga – afferma Enzo Chinellato, AD di Raduni Sportivi, il tour operator organizzatore con il suo marchio SportFelix – ma, soprattutto, dimostra quanto la Mizuno Beach Volley Marathon sia inattaccabile al passare delle mode e delle generazioni. La Marathon è sempre più forte di tutto. Da parte nostra, insieme agli sponsor e alle realtà locali – prosegue Chinellato – l’impegno è quello di innovare un evento dalle dimensioni imponenti preservandone lo spirito originale in cui il grande valore è da sempre quello di vedere affiancati ai campioni della specialità migliaia di appassionati: insomma, agonismo e divertimento per tutti. Abbiamo inoltre arricchito l’appeal del torneo, ritoccando verso l’alto il montepremi che raggiunge quest’anno a maggio la cifra di 72.000 euro. Addiritura 108.000 euro complessivi se consideriamo anche l’appuntamento di settembre».